INTERVISTA di Kristen per Grazia Italia (translated in english by us)

It’s so weird to meet Kristen Stewart in New York. We both live in L.A, and today we’re at the Crosby Hotel, near the World Trade Center. The reason is that she’s so busy with the promo tour of her new movies : The sci-fi Equals & the sophisticated comedy of Woody Allen Cafe Society.

The 26 year old is one of the most paid actresses of the world, after lots of work on set , she’s starting her new adventure as a director and she desire innovation.
One of it, it’s on her forearm and it says: “one more time with feeling”, the usual quote that every director usually say to their actors and we can actually translate it into : “let’s shoot the same scene again, but now with more feeling”.
Actually, Kristen says it’s a lifestyle ” if it’s not right the first time, you can alway try again and put your heart into it.”
And even if during our meeting i can’t ask anything about her private life and the relationship she has with Alicia Cargile, after the french singer Soko, today Kristen wants to talk about feelings.
Especially because they are the centre of her two new movies : in Equals she play Nia, a girl, who lives in a futuristic society where any tipe of emotions are banned, she fell in love with Silas, the guy played by Nicholas Hoult.
In Cafè Society, she is Vonnie, a secretary wearing Chanel and Jesse Eisenberg fell in love with her.

In your recent movies you had to deal with different type of love: the platonic one, the love of a teenager, passionate love, the love between two friends and the one way love. Which is the most addictive?

K: there’s no one better than the others.
You can’t define love and you can’t live without it. I act in different ways with everyone : i have a different relationship with my friend, with my family and even now i am acting different because you’re interviewing me. There’s lot of ways to love ourselves and to love other people.

In the movie Equals you play a girl who lives in a society where people who can love risk their life.

K: yeah, it’s actually not my type of world.

Instead, in Cafè Society by Woody Allen , your character, Vonnie, has to choose between a grown man but succesful, played by Steve Carell, and a young guy without money, Jesse Eisenberg. Who would you choose?

K: the movie is set in the 30’s, at that time, the priority for a woman was to find someone who could take care of her. The female indipendece wasn’t even a topic to discuss. What you will see in the theaters is a girl who have so much fun with the rich man played by Carell, but she even discover a quite life, more intimate, with the guy without money.

You didn’t tell me who would you choose.

K: i don feel comfortable choosing instead of the characters that i play. I personally love spending time with Jesse Eisenberg, so i will eventually end up with him.

Have you ever suffered for love?

K: suffered? I have been devastated.

And how did you heal?

K: moving on with my life, making my own choices without looking behind.
At first you suffer but then you realize that every minute spent suffering will make you feel stronger and conscious.
I woudn’t change anything about that pain : i prefer to suffer than being insensitive. And we have to remind that we are the cause of our happines and we are made to fall in love. Damn, i should write one of those help-book for people who have a broken heart.

Last week you appeared in a Talk Show and played Twister with the conductor Jimmy Fallon. You showed your competitive side. Have you always been like this?

K: i was the only girl in my family, my life have always been like : ” i can do it too, i can do it too”. I dont actually want to emerge in every situation, but if i play, i want to win and i am not shy to say it. But usually people like you more if you just loose.

You’re a worldwide celebrity, a style icon and one of the most paid actresses. What would you do if you could enjoy being anonymous?

K: i would take a walk alone, or i will just go to a mall or a place full of people. Not because i like mall, but because i could finally get to see people’s faces without being recognized. Sometimes i think that i’ve become an actress just because of my curiosity about people’s life.

You started at a young age, you were 9 when you played jodie foster’s daughter in the movie Panic Room. What did it make you curious back then?

K: at first i was only thinking about getting a job, go to the set and have some lines to play. After i found out how much passion i had about cinema and how much art there is in making every single scene.

We met in 2007 for the movie Into The Wild, but you were still a young shy private girl. Now you’re a determinated and confident woman. What more do we have to expect from you?

K: A movie, my movie. In the last year i worked on five different sets and now i have the chance to realize in 3 weeks a short movie that i wrote. I am so happy, i wanted to create something mine since i was a kid and now i have the chance to.

What the movie is about?

K: the name is Come Swim , but i will talk about it when it’s done. The lead actor is one of my friend named Josh. He’s not an actor but he’s phenomenal. You will see.

Did you ask any advice to your friend and mentor , Jodie Foster?

K: when i told her about the movie, the first thing she said was : ” the first thing you have to learn is that you have nothing to learn. You’re ready.”
She gave me some courage.

What scares you?

K: when i was a kid i had anxiety and i didnt know where it came from. Growing up , i learned that it’s pretty normal to have insecurity moments.

Thanks to the Twilight saga, where you were in love with the vampire played by your ex Robert Pattinson, you have been a teenager icon. You still enjoy the benefits of it?

K: well yeah, no one would have funded my short movie if i didnt play Bella.

The Woody Allen’s movie is set in Los Angeles, the city where you live. Do you feel at home in Hollywood?

K: i live in the East area, the alternative one and less turistic, like Brooklyn for New York. In the movie the director of photography ,Vittorio Storaro, show an Hollywood with a golden light and it is actually the one i get to live in california, solar and positive.

The highlight of the movie are the Chanel dresses that you get ti wear. Did you get get to own one of them?

K: not this time. I usually get one from every set because, at the end of the movie, i feel like no one should wear the dresses of the characters i played. This time was different, they were pure art and they were really expensive.

If i could open your wardrobe what would i find inside? The dresses you get to wear on the red carpet?

K: one of two , yes. Especially the ones from the Met Gala. But the most of them is borrowed. In my wardrobe you would find lots of tshirts and sneakers.

That’s all?

K: yes but they’re all very unique.

TRANSLATED BY US.

Sorry if our english is not perfect.

 

Annunci

Intervista di Kristen per Pret-a-Reporter (Nostra traduzione)

“Sono diventata ossessionata con certe paia di sneakers per un piccolo periodo. Adesso sono le vans con le strisce bianche ai lati.”

“Onestamente, indossare i tacchi mi rende capace di sentirmi sexy.”

“Riesco a sentire me stessa per almeno 10 minuti, ma poi provo dolore. Voglio camminare in giro e sentirmi radicata. Appena nessuno si preoccupa più, preferisco sentirmi con i piedi a terra.”

La sua stilista Tara Swennen cerca di combattere per questo cambiamento di scarpe?

“Credo si sia abbastanza arresa ormai”

Nostra traduzione  (Fonte)

 

Kristen ospite da Good Morning America #GMA a NYC ( 11 Luglio 2016)

Kristen ha partecipato stamattina 11 Luglio 2016 a Good Morning America per presentare il suo nuovo film “Cafe Society“.

Ecco alcune foto di Kristen oggi a NYC mentre lasciava il suo hotel e si dirigeva a Times Square :

Kristen Stewart is So Fresh and So Clean at 'Good Morning America'

Kristen Stewart is all smiling at Good Morning America.Kristen Stewart is all smiling at Good Morning America.Kristen Stewart is So Fresh and So Clean at 'Good Morning America'Actress Kristen Stewart, wearing a white pants suit, leaves for the GMA in New York CityKristen Stewart Heads To 'Good Morning America'

Kristen Stewart is So Fresh and So Clean at 'Good Morning America'

 

MASTER POST : Kristen alla premiere di #Equals ( 7 Luglio 2016)

Kristen ieri sera ha partecipato alla premiere di Equals insieme a Nicholas & Drake.

Di seguito posteremo tutte le foto dell’evento.

Adir (L’hair stylist) di Kristen ha postato alcune foto mentre la preparava :

Il vestito che ha indossato ieri Kriten non è di Chanel ma bensì di Jonathan Simkhai:

Kristen sul red carpet :

292.jpg

530.jpg

 

 

Altre foto di Kristen con Nicholas & il cast :

 

426.jpg

VIDEO dalla serata :

(First Look)

(First Look)

Dentro al teatro :

After Party :
 mentre lasciava la premiere e firmava alcuni autografi :


Grazie per le HQ alla nostra affiliata (AdoringKS)

Kristen ospite da Jimmy Fallon (11 Luglio)

Kristen sarà ospite ancora una volta da Jimmy Fallon.

Si mormorà che non andrà a  promuovere Equals ma bensì Cafè Society ( il suo nuovo film con Jesse & Woody Allen)

A breve vi forniremo streaming & orari.

Vi consigliamo di tenere d’occhio il nostro sito oppure i nostri social così da essere sempre aggiornati.

Iscrivetevi alla newsletter così avrete una notifica ogni volta che un nuovo articolo sarà aggiunto.

CmohRG_XEAAg5vH.jpg

Kristen come NUOVO VOLTO della #rougecollection di Chanel

In questi giorni a Londra si stava presentando questa nuova collezione di Chanel chiamata ” Rouge Collection” e creata in collaborazione con Lucia Pica una delle make up artist , appunto, di Chanel.

Sicuramente la ricorderete, ha truccato Kristen durante il Festival di Cannes quest’anno.

Courtesy_picalucia.png

Solamente OGGI è arrivata la conferma UFFICIALE.

Ebbene SI.

Kristen è il NUOVO VOLTO anche di questa collezione che è pensata per l’autunno e uscirà in America il 1 Settembre ( da quanto sappiamo).

Avremo sicuramente maggiori informazioni a breve, e speriamo di sapere presto una data di rilascio anche per l’Italia!

Vi lasciamo con le prime foto UFFICIALI.

Clef7SpWEAA7TyRCleheCwXIAApSy5Cle5XltWkAA0jJV

Intervista di Kristen per YO Dona Magazine

Qualsiasi persona che mi percepisce come cauta è solitamente nel contesto di una fugace e superficiale intervista. Questo non significa niente per me. Ma davvero, muoio tutto il tempo dalla voglia di rivelare me stessa come attrice e come persona,per mettere me stessa in chiaro

Adesso che hai interpretato una “Personal Shopper”, ha cambiato il tuo punto di vista su questo lavoro?

Conosco il lavoro di stylist. Un buon professionista in questo campo è qualcuno che ti conosce e sa perfettamente sottolineare la tua personalità, ti da forza e ti fa sentire bene. Ho lavorato con la stessa stilista  (Tara Swennen) da quando avevo 12 anni. Può sembrare frivolo e un clichè , ma amo la nostra collaborazione. Non ci sta niente di male con questo, mi diverto. Gli attori non riescono a rintracciare i vestiti migliori. Non hanno il tempo.

Con quali criteri si basa il tuo abbigliamento sul red carpet?

Scelgo un vestito che ha a che fare con i film, è come leggere un personaggio, una continuazione della storia,una nota in basso alla pagina. Per la premiere al Festival di Cannes di “Personal Shopper” , per esempio, era tutto bianco perchè volevo sentirmi pura, giovane ed esposta. Non sono normalmente vista in vestiti molto commerciali,ma il film era molto cupo e volevo portare un pò di innocenza.

In fatti, la registrazione coincideva con l’attacco degli Jihadisti a Parigi lo scorso Novembre. Che effetti ha avuto sul team, che era principalmente composto da francesi?

Avevamo appena finito di girare a Parigi ed eravamo a Praga. Stavamo prendendo un drink e le persone hanno cominciato a ricevere messaggi e a rimanere terrorizzate. È stato davvero strano girare un film in quelle circostanze, ma Olivier ci ha portato tutti insieme e ci ha incoraggiato a continuare, e non credo che fosse una motivazione egoista, ma abbiamo avuta una certa perseveranza. Non per sembrare pretenziosa, perchè sarebbe grottesco, ma amo il fatto che abbiamo filmato a Parigi prima degli attacchi. Non saremmo stati capaci di girare nella metro o in molti dei posti dove abbiamo filmato, e chissà quando avremmo potuto tornare a lavorare normalmente. Odio dirlo, ma siamo stati davvero molto fortunati.

“Personal Shopper” è stato fischiato alla press conference di Cannes, e comunque Olivier ha vinto il premio come miglior regia. Come affronti le cattive recensioni?

Non puoi piacere a tutti, ma preferisco risvegliare una reazione ” amore-odio” piuttosto che la mediocrità della neutralità o dell’indifferenza.

Sbaglio a dire che adesso ti importa di meno di cosa la gente pensa di te rispetto che all’inizio?

Mi importa ancora, ma ho notato che la mancanza di controllo rende la percezione pubblica di me più reale. Quindi ora, per esempio, quando qualcuno mi chiede qualcosa che non so, risponde semplicemente ” non lo so”, invece di sentirmi costretta di dare una risposta che non ho. Attualmente mi sforzo di comunicare meglio, e questo implica invecchiare.

Parlando di comunicazione, nel film c’è una forte presenza di telefoni, qual’è l’utilizzo che dai a questo “gadget” nella tua vita?

Amo mandare messaggi, è il vero della mia generazione. Ma con la maggior parte delle persone c’è una mancanza di comunicazione nel modo in cui interagiamo gli uni con gli altri. Più di una persona mi ha chiesto “Alza il telefono e chiamami” e anche se questo nuovo linguaggio non è come parlare faccia a faccia con le persone, ha i suoi vantaggi e le sue peculiarità. Nel mio caso, sono ossessionata con l’accuratezza dei miei messaggi nello specificare cosa voglio dire. Mi piace prendermi tempo per farlo ed è qualcosa che non puoi fare quando sei faccia a faccia con qualcuno. Comunque, non ne sono dipendente. Non ho social networks, tranne per il mio account privato di instagram.

Qual è la tua emoji preferita?

Vediamo quale viene prima [prende il telefono e si prende qualche secondo per controllare il suo whatsapp] E’ il cuore spezzato, lo uso per qualsiasi cosa che mi addolora ma dopotutto lo uso per qualsiasi cosa che amo.

Perché è stato così difficile girarle il film?

Il film è implacabile. Ho ricreato la debilitante ansia della quale ho sofferto per 17 anni. A quell’età ho sofferto della mia prima dose di crisi esistenziali e di isolarmi, ma dopo ho imparato a bilanciare, a trovare la gioia nelle distrazioni, perché non avrai mai risposte a domande su “dove andiamo da qui”. La mia mente mi ha detto “vai avanti velocemente” sul carattere di Maureen, perché sebbene ci sono persone che soffrono di questi dolori per anni, una luce alla fine del tunnel è in vista e io so per esperienza che l’ansia è temporanea. Devi focalizzarti su altre cose e non lasciare che l’ansia ti paralizzi. E’ difficile, posso identificarmi, e sebbene alcune volte penso che non sia così, c’è in realtà una via di uscita.

Hai dovuto attraversare molte sgradevoli situazioni. Come hai fatto a distaccarti da tutto questo?

Molte persone mi hanno suggerito la meditazione, perché io non dormo. Ho difficoltà a dormire e apparentemente aiuta. Devo provarci. Ma non sono molto brava con l’auto-manipolazione. Amo sentirmi sopraffatta, perché le cose belle derivano sempre da situazioni come queste. Essere rilassati non è il modo migliore per essere creativi.

Consideriamo il fatto che in questo periodo hai alternato Hollywood blockbusters con film d’essai europei. Quale di questi alimenta di più la tua creatività?

Non ho un piano predefinito. Il punto di svolta c’è stato filmando ‘On The Road’ (Walter Salles, 2012), perché è stato allora che ho incontrato il produttore Charles Gilbert. Ho praticamente trovato il mio “fratello maggiore”. Mi ha dato incredibili opportunità di lavoro. Mi ha presentato Olivier [Assayas] ed è stata la prima volta in cui ho imparato che fare cinema significa correre rischi. Charles confronta la sua motivazione per fare film con il primo uomo sulla luna, un posto sconosciuto, pericoloso. Questa è il modo di essere dei cinema in Europa. L’industria negli USA, comunque, si rifiuta di correre il rischio di fare un progetto che non assicura un successo garantito. Ci sono sempre aspettative, e io preferisco sentirmi insicura. Questa è la posizione dalla quale voglio esplorare la mia carriera.

Ti senti meno osservata in Europa?

Socialmente si. Alle persone normali non interessa conoscere chi sono. Ma i paparazzi a volte sono peggio, perché c’è molta presenza di celebrità a Parigi e a Londra come ce ne è a Los Angeles e a New York, quindi quando mi trovano, sono feroci.

Puoi ancora andare da qualche parte senza essere notata?

A Los Angeles le persone sono molto più attente se riconoscono qualcuno che conoscono, ma a New York la gente si muove troppo velocemente per notarti, se lo fanno, sono molto più interessati nel fare le cose di cui hanno bisogno. E’ diverso in ogni città. Ma non ho ancora trovato un posto dove non vengo riconosciuta.

 

Nostra personale traduzione.  Grazie mille a ( Quenn94) per la traduzione dallo spagnolo all’inglese.

 

 

 

Poster & Trailer ufficiale Italiano per #AmericanUltra

La Lucky Red & la Key Films ci hanno appena sorpreso con il trailer e il poster italiano di American Ultra.

Sicuramente tutti voi avrete già visto il film così come noi, però credo sia una bellissima opportunità sapere che il film è riuscito arrivare anche qui da noi!

Soprattutto per far si che la gente noti Kristen e il suo vero talento.

Avremo ben 3 film che usciranno qui in Italia e la distribuzione di Personal Shopper si avvicina!

Ora vi lasciamo al trailer  ( se non lo conoscete ancora)

Manifesto-AmericanUltra_eaad0311c712b0c25dbc90c1a1b71d19.jpg

se volete anche voi scaricare il poster in HQ potete farlo sul sito della Lucky Red eccovi il link ( Lucky red poster American Ultra)

ecco la scheda del film sul sito della Lucky Red :

Ck_HecwW0AEfpXE.jpg

Date di rilascio italiane #AmericanUltra #BillyLynn #Equals & #CafeSociety

Giornata piena di novità ragazzi!

Abbiamo finalmente le date di rilascio di tutti e quattro i film di Kristn, escluso Personal Shopper -PER ORA.

Arriviamo al dunque..

La Lucky Red distribuirà American Ultra il 30 Giugno & Equals il 3 Agosto.

La Warner Bros Italia invece distribuirà Cafè Society il 29 Settembre & Billy Lynn il 2 Febbraio.

Siamo davvero emozionate soprattutto per Equals. Vorremmo ringraziare tutte voi!

Abbiamo lottato così tanto per farci notare dal regista e ce l’abbiamo fatta!

Siamo davvero potenti se ci uniamo e ci rende felici sapere di avervi al nostro fianco.

Quindi adesso possiamo finalmente accomodarci e aspettare i trailer che usciranno a breve e poi i film direttamente in sala.

Un saluto grande da Ludovica & Alessia.

Ck3EDtYWgAAnhWA (1)

Progetto a sorpresa ( Dettagli) – Surprise Project ( Details) “FROM THE FANS TO KRISTEN”


CIAO RAGAZZE!

Rieccoci, siamo sempre noi le amministratrici di Kristen Stewart Italy , Ludovica & Alessia.

Abbiamo pensato molto in questo periodo e abbiamo voluto ideare questo progetto.

Che progetto sarà? Beh abbiamo intenzione di spiegarvelo adesso.

3…2…1

TADAAAAAAN 

Ebbene si. Faremo un LIBRO,gente.

Un libro su Kristen. Sarà pieno di sue foto, citazioni , locandine dei suoi film, stralci di interviste ( le più belle e significative) e inoltre…

qui arriva la parte più bella.

Voi fans, e naturalmente anche noi avremo delle pagine tutte nostre.

Cosa vi chiediamo è questo : volete dire qualcosa a Kristen?

Se davvero volete, unitevi al nostro progetto e inviateci una frase o qualsiasi cosa vorreste che lei sapesse. Naturalmente lasciateci i vostri nomi e noi li inseriremo nel libro.

Inviateci tutto alla nostra email : kstewita@gmail.com

Vogliamo che sia un libro fatto da noi, creato da noi fans per supportarla. Nessun accenno alla sua vita privata verrà fatto presente nel libro. Ne abbiamo abbastanza di gente che si sofferma solo su quell’aspetto della sua vita.

Il libro una volta creato lo stamperemo e lo rilegheremo e se voi tutte siete d’accordo ci piacerebbe fare un give away e regalarlo a una di voi. Ci piacerebbe molto tenere questo libro. Sarebbe un ricordo da conservare e sfogliare qualsiasi volta si voglia. E se dovessimo rincontrare Kristen in futuro, state certe che finirà nelle sue mani.

Perciò...vi andrebbe di partecipare?

Naturalmente questo libro ci prenderà molto tempo e lavoro ma faremo il possibile e man mano vi terremo aggiornate sulla produzione.

 


Hello everyone! We are Ludovica & Alessia the owners of Kristen Stewart Italy.

We thought about making a project for a long time and so we decided to make it.

Yes! We are making a BOOK guys!

But its not a simple book. Its a book about Kristen.

When the book is gonna be ready we will print it and make a BIG give away to give it to one of you.

Its gonna be filled with pictures, quotes, interviews , movie posters and reviews from her movies. ( there will be not anything about her private or love life – just to be clear)

But YOU guys are gonna make a difference.

We will have some pages about the fans.

If you want to join the project you just have to email us whatever you’d like to say to Kristen and we will add you to the page. Remember to tell us your name too.

Email : Kstewita@gmail.com

so just ask yourself “ What would i tell her?” “What does she mean to me?

This is gonna be a book “From the fans to Kristen” and the next time we will get to see Kristen we will give it to her.

I reall hope you are gonna join this project, so spread the words, invite your friends to join us and we will keep you update step by step about the making of the book. Its gonna take a while but its gonna be so nice and wonderful to make this book for her.

Its gonna be something huge and sweet and so we want the WHOLE FANDOM to join.

Let us know if you like the idea and we are waiting for your email.