Intervista ( tradotta da noi) di Kristen per Le Point Magazine

La star di “Twilight” splenderà a Cannes con il nuovo film di Woody Allen “Cafè Society” & di Olivier Assays “ Personal Shopper

Sono diventata eccessivamente, ridicolosamente e stupidamente famosa all’età di 18 anni. È accaduto improvvisamente e ha creato una totale industria di gossip basata sugli interessi che avevano i ragazzi quando tutto questo arrivò a me.Molte persone cercavano di offendermi solo per avere una storia da raccontare. Ero solo una ragazzina, non avevo imparato come valutare le intenzioni delle persone che dovevano intervistarmi. Perciò ero sempre sulla difensiva e capisco che molte persone possano aver pensato che fossi insensibile o antipatica.” Se c’è una cosa che a Kristen Stewart non manca, è la lucidità. Solo quattro anni sono passati dalla fine della “Twilight Saga” che ha trasformato vampiri in affascinanti principesse e attrici in idoli dei ragazzini, ma lei ha già imparato tutto dalle sue passate esperienze. Lei sa, che da quando era sulle copertine di ogni magazine di gossip, il pubblico ancora oggi pensa che sia una malinconica attrice che non è capace di trattare con la sua popolarità.

Sa anche che i media continueranno ad etichettarla come la “Star di Twilight”. Tutto questo, quando è già la terza volte che riesce a provare quanto davvero vale al Festival di Cannes, dopo “On The Road” di Walter Salles nel 2012 & “Sils Maria “ di Olivier Assays nel 2014.

Lei lo sa e non le importa: il tempo farà il suo lavoro.

Casualmente,dovreste solo vedere il delizioso “ Cafè Society” per capirlo. Gonna carina, guance rosa, una fascia con un fiocco sulla testa su una acconciatura a caschetto, Kristen Stewart brilla come mai vista prima interpretando Vonnie, una giovane segretaria corteggiata da due uomini in una Hollywood degli anni 30. Doveva essere detto detto che queste erano le condizioni per potersi aggiudicare il ruolo.

Questo è il motivo per cui ho pensato di non poter mai avere questo ruolo!” ci racconta.

Vonnie è un personaggio delicato, con un sacco di azionamento; Woody mi ha detto che avrebbe funzionato solo se fossi stata capace di mostrare quel tipo di energia felice. Ho dovuto lavorare molto su questo” Il risultato è ancora più affascinante sapendo che non è mai stato acquisito.

Molto lontani dallo charm e dall’effervescenza di un Emma Stone, la precedente musa del regista, Kristen Stewart sembra sempre sul punto di tentennare. Carina a suo modo, piena di giocosità da dove possiamo anche notare un po di malinconia,spenta ma follemente magnetica.

Riusciamo a capire Olivier Assays quando dice che ha visto in lei “ più di una talentuosa attrice, qualcuno di davvero unico”.

La loro collaborazione in “Sils Maria” le ha fatto guadagnare il primo César di Kristen come attrice non protagonista, un premio mai dato ad un attrice americana.

Molo più importante, secondo Assays, le ha fatto guadagnare “ una libertà che non ha mai sentito in altri film prima”

Sono solita a registi molto direttivi. In America , molto spesso, ti viene detto cosa devi fare e che cosa dovresti sentire” Kristen ci conferma “ Olivier non è un uomo di tante parole. Complessivamente il cinema francese è molto più intuitivo”. Ispirati l’uno dall’altro, si stanno riscoprendo in “ Personal Shopper”, presentato a Cannes quest’anno.

C’è qualcosa che va detto riguardo il modo di osservare di Kristen, qualcosa che ha fatto la sua strada nella mia scrittura” il regista francese che racconta, colui che ha scritto per lei questo thriller fantasy, riguardo una personal shopper americana che si prende cura di una celebrità francese a Parigi e che si trova in lutto per la perdita del fratello con il quale sta cercando di comunicare.

Volevo parlare di questo nodo di cui ci sentiamo tutti fra il materialismo del nostro mondo contemporaneo – che si fa sentire cento volte di più per una stella come Kristen – e la dimensione intima e specifica di ognuno di noi, perseguitato dai propri sogni, fantasie, e generalmente da una forma invisibile” Ci racconta il regista.

Ambiguità. Twilight significa “ crepuscolo” in Francese,quel momento del giorno situato tra il giorno e la notte che descrive Kristen Stewart davvero bene, mai più vera di se stessa se non nell’oscurità della luce.

Riguardo il suo personaggi in “Cafè Society”, colei che fa diventare gli uomini pazzi ( si, l’attrice) dice senza mezzi termini : “ Mi piace che questa sia un eroina che è completamente a suo agio con l’idea di prendere una strada non convenzionale. Trovo che sia rinfrescante che non si senta per niente in colpa. Sceglie uno dei due uomini che la vogliono, e avrebbe potuto scegliere l’altro. È naturale esitare, ci sono così tante possibili e differenti strade che possiamo prendere nella vita.

In termini differenti, detto da un magazine americano che le ha chiesto riguardo la sua sessualità l’anno scorso: “Sono un attrice, mi piace vivere nell’ambiguità di questa fottuta vita!

Oggi, l’attrice sta per aggiungere un altro tipo di ambiguità alla sua vita andando dietro la macchina da presa. Ha sempre voluto dirigere, ci racconta che la cosa le ha fatto rodere per molti anni.È vero che il suo passato,da ragazzina californiana , cresciuta da una mamma – sceneggatrice – e un padre – produttore – che si è innamorata della recitazione all’età di 12 anni ( In Panic Room, accanto a Jodie Foster), ci ha fatto pensare che avrebbe eventualmente diretto.

Sono cresciuta sul set, adoro i loro campi estivi. Sono affascinata dal processo della creazione di un film, e voglio trovare un lavoro per cui sarei pronta a rinunciare la mia vita

Per ora, sarà solo un “piccolo film di studenti”, ma sarà “ dannatamente forte” ci dice. Non sapremo più di questo, apparte il fatto che dirigerà lei il film questa estate e non accetterà nessun ruolo finchè questo non sarà completato. Una ragione in più per assaporare la sua doppia esposizione al red carpet di Cannes. Dopo Twilight, la palma d’oro?

 

foto.jpg

Annunci

Kristen come oratrice ospite alla cerimonia della Walk of Fame per Jodie Foster

Oggi, 4 Maggio 2016 Jodie Foster ,spero che tutti voi la ricordiate nel film Panico Room e in altri suo film, ha ricevuto la  stella sulla Walk Of Fame.

image-04-05-16-10-29.jpeg

 

Kristen ha partecipato all’evento come oratrice ospite e ha fatto un bellissimo e commuovente discorso su Jodie.

Ha indossato due pezzi “Métiers d’Arts Paris -Rome” all’avento.

È stata la mia prima amica adulta, che era MIA” ha detto Kristen riguardo Jodie.

Ecco il suo intero discorso  :

Posso dire di essere la madre di Kristen,  ed’è una cosa davvero fantastica

Se dovessi essere chiusa in una stanza del panico sarei felice di condividerla con Kristen

È stupendo vederla crescere

Queste sono solo alcune delle tante parole che ha usato Jodie per descrivere l’affetto che prova nei confronti di Kristen.

Dal 2002 con Panic Room a oggi. 

17w1pl2pahvd9jpg44838300.cachedarticle-2188829-148F4F5B000005DC-171_634x832

Jodie Foster honoured with a star on the Hollywood Walk of Fame, Los Angeles, America - 04 May 2016

Walk of Fame : Kristen presenterà Jodie Foster (Info+Streaming)

Kristen domani presenterà Jodie Foster che sarà onorata con  la sua stella sulla Walk Of Fame.

Dove poter seguire la diretta? Sul sito www.walkoffame.com

Orario : 21.00 (ora Italiana)

Se anche voi guarderete la diretta fatecelo sapere. Sarebbe bello poter commentare insieme e divertirci.

image-03-05-16-07-46.jpeg