Intervista di Kristen per WWD riguardo “Personal Shopper” (nostra traduzione)

CANNES, Francia –  dopo “Sils Maria” di Olivier Assayas che è stato finanziato in parte da Chanel nel 2014 ed ha fatto vincere a Kristen Stewart il César Award, l’etichetta di Parigi ancora una volta contribuisce al bilancio del nuovo film del regista francese.

 

Chiamato “Personal Shopper” la storia di fantasmi è ambientata ancora  nel mondo della moda e la Stewart compete per la Palma D’Oro il premio principale.

 

È incredibilmente Chanel-centrico” scherza la Stewart alla cena di Chanel co-ospitata con Vanity Fair Francia,di giovedì sera, al Tetou in Golfe Juan. Personaggi del calibro di Blake Lively, Kirsten Dunst, Mads Mikkelsen, Naomi Watts,Susan Sarandon & Gaspard Ulliel. “ E ho interpretato qualcuno che è davvero, davvero attratto dal brillante e dalla bellezza delle cose superficiali e totalmente estetiche che in realtà è qualcosa che odia di se stessa – si è strano

La Stewart ha aggiunto riguardo il suo personaggio ” Lei praticamente ha dei problemi di identità folli,perciò l’unico modo di raccontare la storia in modo davvero efficace ed elevato era quello di avere il meglio del meglio” la ventiseienne riflette , riferendosi a Chanel, per cui è diventata ambasciatrice.

In assenza di Karl Lagerfeld, che ha deciso di saltare Cannes questa stagione, il presidente del brand Bruno Pavlosky ci ha fatto notare come “ sarebbe stata una follia non farne parte” anche se non rivela quanti soldi hanno messo “In segno di rispetto per l’arte

La Stewart ci racconta che il film di Assayas è stato particolarmente stimolante ” Ero cosi sicura che ‘Personal Shopper’ – se l’ho fatto nel modo corretto- mi avrebbe assolutamente decimato – ci siamo assicurati che il film di Woody Allen ‘Cafè Society’ ( apertura di quest’anno a Cannes) venisse prima, perchè li ho interpretato questo personaggio così lucente e giovanile. E sapevo che se avessi girato prima ‘Personal Shopper’ sarei stata fuori forma- e così è stato,” dice la Stewart ridendo in quel modo autoironico.

La nativa di Los Angeles include nei suoi crediti dei film “Still Alice” con Julianne Moore & “Welcome to the Rileys”, che l’hanno aiutata a essere scoperta come una attrice indie e tagliente totalmente opposta all’idolo dei teenager che era diventata con la serie di “Twilight” e il fidanzato del tempo Robert Pattinson.

Dopo Cannes, sta pianificando di fare un salto dietro la telecamera. “Ho voluto girare dei film da quando avevo 9 anni. Il mio corto è stato appena finanziato. Perciò inizieremo a girare in estate a New York

Molto simile alla sua co-star in “Panic Room” Jodie Foster, la Stewart ha iniziato come una giovane attrice e ha dovuto farsi strada nella Major League.

Ho girato cinque film negli ultimi due anni,  e ho promesso che prima di accettare un altro lavoro, avrei girato un corto e avrei fatto qualcosa per me stessa , come -” ride ” qualcosa che avrebbe cambiato il mio aspetto oppure fare un tatuaggio, e ho fatto entrambe le cose – ho tagliato i capelli, cioè li ho tinti completamente,“ha detto la Stewart riguardo il suo coraggioso nuovo look. E il tatuaggio?

L’attrice indica la sua manica della maglietta di Chanel dove il tatuggio è nascosto ” Fidati. Cercalo su google. È fottutamente ovunque

Infatti.

Fonte : WWD

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...